Stefano Manfrin

Stefano Manfrin conosce e pratica il Yoga Nada da circa 30 anni. La sua vita è dedicata alla ricerca spirituale, la purificazione della mente e al servizio per gli altri, cercando di essere in accordo con la Volontà Divina e il Dhamma Universale.

Attualmente insegna Nada Yoga e dirige diverse scuole annuali di Nada Yoga (Nada Yoga Vidyalaya) e Scienze Praniche in Europa. Ha pubblicato un libro chiamato: “La Via del Nada Yoga – Scienza, musica e guarigione nello yoga del suono“.

NADA YOGA

Lo Yoga del Suono

Le prime tracce del Nada Yoga compaiono nelle più antiche e sacre scritture indiane come il Natya Shastra, i Gandharva Veda, la Naradiya Shiksha e altre ancora. Fu recuperato dalle antiche tradizioni e diffuso nel mondo grazie allo straordinario lavoro del musicista e ricercatore indiano Vemu Mukunda.

Dalla millenaria tradizione indiana un metodo scientifico per regolare il proprio stato psichico e fisico attraverso la vibrazione sonora del canto. Nelle Upanishad si racconta che il saggio Narada, amareggiato dalla degenerazione dei comportamenti umani, si rivolse al Signore Brahma che così gli rispose: «Le cose dovrebbero procedere con me, e lo devono fare attraverso il suono. E il suono, riportandole a Me, riconsegnerà loro l’armonia originaria». Così Brahma istruì Narada sulla scienza sacra del Nada Yoga. E Narada diffuse sulla Terra il Nada Yoga per «re-intonare» gli esseri umani al sentire divino.

Il suo libro è primo testo in Italia che spiega compiutamente le basi dello yoga del suono, i suoi aspetti terapeutici e il suo riflesso sul sistema biologico e psichico dell’essere umano.

STEFANO MANFRIN

Stefano ha studiato musica Carnatica e Hindustani cantando per due anni con un insegnante professionale del T.T.B. (Teatro Tascabile di Bergamo), una compagnia di teatro e ricerca nel campo artistico e culturale, il canto classico della nostra tradizione con Françoise Goddard, canto armonico della Mongolia, e le canzoni tradizionali degli agricoltori del professoressa Marini, e ha studiato e approfondito il canto e l’uso dell’harmonium in India dove ha vissuto per più di 20 anni con molti fratelli e sorelle indiani ed internazionali nel Mata Amritanandamayi Ashram. Ha anche composto diverse canzoni italiane e bhajani devozionali sanscriti per il Divino. È stato adeguatamente addestrato nel complesso mondo dei corpi sottili e delle energie, studiando sotto la guida profonda e pratica di diversi docenti con grande esperienza della “Fratellanza Essenica di Myriam”, con diversi insegnanti e Acharias del lignaggio del Gran Master Choa Kok Sui e con diversi insegnanti di vari lignaggi Essenici e Potenti ed esperti terapeuti. Ha studiato e praticato per oltre 30 anni (e a tutt’oggi pratica) tecniche di meditazione e di purificazione dello strato più profondo della mente, e di contemplazione profonda. Ha studiato Hatha Yoga, Pranayama e Yoga Nidra con rinnovata insegnante e scrittrice Selene Calloni dell’Oriental  Yoga Accademy. È stato formalmente iniziato e ha praticato diversi livelli di Krya yoga nel lignaggio della famiglia di Lahiri Mahasaya (Maestro del Maestro di Paramahamsa Yogananda), tutti i livelli del Raja Yoga nel lignaggio di Maharishi Mahesh Yoghi, approfonditi lunghi ritiri di Vipassana nel lignaggio di Sayagi U Ba Kin e Goenkaji e vissuto e praticato lo yoga integrale con discepoli diretti di Sri Aurobindo e la Madre nello Sri Aurobindo Ashram ed Auroville dove ha vissuto qualche anno. Ha studiato all’Università Sacar (centro Sri Aurobindo di ricerca avanzata) e ha studiato superato con successo gli esami, per due anni. Al fine di praticare tutte queste tecniche yogiche ha vissuto per più di 20 anni in India, 12 dei quali dedicato al tradizionale periodo di “brahmacharya” (monachesimo). Questa formazione è avvenuta in un Ashram di una rinomata Santa vivente. Ha vissuto vicino a Mahatmas e in stretta collaborazione con Maestri di saggezza, Santi o Grandi iniziati per molti anni.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: