Pura Fe

Sebbene sia originariamente nata e cresciuta a New York City, Pura Fé ha scelto di posare le sue chitarre a Saskatchewan, in Canada. Pura Fé, erede della Tuscarora Indian Nation, è un’artista, un’attivista e molto altro ancora. Trae ancora gran parte della sua ispirazione dalla sua ricca eredità della First Nation quando scrive sui problemi di oggi.
Pura Fe

PURA FE

ll suo viaggio musicale, che va dal folk al mainstream attraverso un uso abile del blues, riflette le preoccupazioni di un’artista cresciuta nell’era della Motown, citando Buffy Sainte-Marie, Charley Patton e Joni Mitchell come i suoi veri mentori. E, più in generale, “musica tradizionale di tutto il mondo, ovunque lo spirito sia connesso alle nostre radici“.

MY PEOPLE MY LAND

Dire che Pura Fé è cresciuta in un ambiente musicale è un eufemismo. Dal lato materno, rivendica non meno di otto generazioni di cantanti Tuscarora.
Inizialmente lavorando come cantante corista, in studio così come nei musical di Broadway, alla fine ha sentito il bisogno di esprimersi attraverso le proprie canzoni, in trio di canto, formato con Soni Moreno e Jennifer Kreisberg, che fece rapidamente scalpore con i suoi suoni blues dei nativi americani. La connessione tra la musica nativa e la forma d’arte primordiale afroamericana divenne poi il suo marchio di fabbrica quando iniziò la sua carriera da solista con l’aiuto della Music Maker Relief Foundation.
Ci sono state molte interazioni tra nativi americani e afroamericani dopo la schiavitù. La gente non lo sa sempre, ma i nativi hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo della musica americana, che si tratti di jazz, blues o rock’n’roll“.
Quando non è in tour o combatte per i diritti civili, Pura Fé canta le sue canzoni blues Tuscarora a casa, al suono della sua chitarra lap-steel.

Negli anni ’90 fonda l’Ulali Project, il primo gruppo di donne indigene a creare il proprio suono dalle loro forti radici tradizionali e dai personali stili contemporanei. Hanno dato vita a un nuovo genere di musica indigena e hanno ispirato la creazione di altri gruppi di donne indigene in tutto il mondo.

IDLE NO MORE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: